01 - Consigli per le varici

NORME  IGIENICHE  PER  PAZIENTI  FLEBOPATICI

NORME  GENERALI
Non stare in piedi per periodi prolungati; se costretti in questa posizione, alzarsi frequentemente sulle punte dei piedi. Combattere la vita sedentaria: evitare di rimanere seduti per troppo tempo, camminando il più possibile. Evitare indumenti (calze, giarrettiere, busti, jeans aderenti ecc.) che formino costrizioni sulle gambe o sulle cosce. E’ opportuno non portare tacchi né troppo alti né troppo bassi. La misura ottimale é compresa tra i 3 e i 5 cm. Fare attenzione a non urtare oggetti con le gambe (salendo le scale, pulendo la casa, in ufficio) e a non grattarsi le gambe se vi é prurito. Evitare i massaggi energici delle zone con varici: danneggiando la parete venosa essi possono scatenare una flebite. Dato che il calore ha un’azione vasodilatatrice, al bagno in vasca con acqua a più di 30° va preferita la doccia. Abolire o ridurre il fumo.
Dormire con gli arti inferiori più alti del cuore. Tre volte al giorno per circa 15 minuti stare stesi con gli arti sollevati. Se si é costretti a letto per qualsiasi malattia od intervento chirurgico, muovere spesso gli arti inferiori. Evitare l’esposizione diretta e prolungata a fonti di calore (termosifoni, stufe, caminetti, borse d’acqua calda). Evitare inoltre saune e depilazioni con ceretta. Fare uso di calze elastiche o fasce secondo prescrizione dello specialista; le calze più sono belle meno sono utili.

NORME  DIETETICHE
L’alimentazione deve essere tale da evitare:
- La stipsi che può favorire la comparsa od il peggioramento di emorroidi o di varici degli arti inferiori.
- L’eccesso di peso. Controllare l’obesità con diete opportune. Evitare cibi piccanti ed alcolici: possono aumentare il prurito. Moderare il consumo di pane, pasta, riso e ridurre i dolci. Abolire o ridurre il caffé.
Mangiare molta frutta (arance, limoni ...). E’ consigliabile una dieta ricca di fibre.

ATTIVITA’  SPORTIVA
Non é consigliabile praticare sports che implicano notevoli sforzi (tennis, sollevamento pesi ..) né quelli in cui si può rischiare di urtare o cadere (judo e Karaté). Le attività sportive più indicate sono lo jogging e sopratutto il nuoto, in quest’ultimo agiscono contemporaneamente la posizione delle gambe, l’attività muscolare, la pressione esterna dell’acqua e la temperatura fresca. E’ consigliabile anche andare in bicicletta (in casa la cyclette).

VIAGGI, VACANZE, ATTIVITA’ RICREATIVE
Durante i lunghi viaggi in macchina, fermarsi ogni paio d’ore ed eseguire una breve passeggiata. Se si viaggia in treno od in pulman interrompere spesso la posizione seduta e deambulare. Nei lunghi viaggi in aereo (più di due ore) stare tesi o camminare frequentemente. Giunti a destinazione, porsi stesi  con le gambe più alte rispetto al cuore per almeno un’ora. Evitare di sostare stesi al sole fermi per più di mezz’ora: basta interrompere con una breve passeggiata ed é impossibile riprendere l’esposizione; nessuna controindicazione a camminare con le gambe scoperte al sole. I luoghi boscosi sono molto raccomandabili nel periodo caldo, poiché assorbono le radiazioni a grande lunghezza d’onda, cioé quelle maggiormente vasodilatatrici. Al mare camminare nell’acqua con le gambe immerse fino alla coscia. Durante la visione di uno spettacolo (film, teatro, TV ecc.) flettere ed estendere spesso i piedi e non accavallare le gambe.

CONSULTARE IL VOSTRO  MEDICO PRIMA DI INTRAPPRENDERE QUALSIASI INTERVENTO TERAPEUTICO. SOLO LUI SAPRA’ CONSIGLIARVI PER IL MEGLIO!